13 informazioni base che devi sapere sugli oli essenziali

13 informazioni base che devi sapere sugli oli essenziali

L'Aromaterapia è l'arte di usare gli oli essenziali (e non solo) per raggiungere il benessere psicofisico.
Come tutte le discipline segue delle regole chiare e precise che devono essere assolutamente rispettate per un uso corretto ed efficace.


Per facilitarti ho voluto inserire in questo articolo alcuni punti che ti aiuteranno a conoscerli, ad apprezzarli, a rispettarli e ad usarli in modo consapevole per migliorare sensibilmente la tua vita quotidiana.

 

1) Gli oli essenziali non sono realmente degli oli. Non contengono, infatti, gli acidi grassi che costituiscono gli oli veri e propri che siamo abituati a pensare.


2) La loro definizione migliore è “componenti vegetali altamente concentrati e aromatici che possiedono qualità terapeutiche potenti”. Sono la forza vitale e l'anima delle piante da cui vengono estratti.


3) La maggior parte degli oli essenziali ha notevoli proprietà antibatteriche, antimicotiche e antivirali. Sono eccellenti quindi per combattere virus, batteri e funghi.


4) Le molecole degli oli essenziali hanno dimensioni molto piccole. Questo significa che vengono assorbiti bene dalla pelle tanto da arrivare in pochi minuti fino al flusso sanguigno interno. Tuttavia non si accumulano nel corpo. Una volta offerta la loro proprietà curativa vengono eliminati in modo naturale nel giro di poche ore.


5) Gli oli essenziali e gli oli profumati sono due cose completamente diverse. Solitamente gli oli profumati sono sintetici (anche se sono chiamati “fragranze naturali”), quindi ottenuti in laboratorio.


6) Gli oli essenziali sono completamente naturali e non possono essere ricreati in laboratorio e nemmeno brevettati. Questo significa che non è possibile trovare un olio essenziale all'interno di un farmaco. (Questo è il motivo per cui gli operatori sanitari solitamente non consigliano l'uso dell'aromaterapia al posto del medicinale tradizionale e sempre per questo motivo le compagnie farmaceutiche non investono soldi e tempo per studiarli in modo più approfondito).


7) Sono necessari enormi quantità di pianta per l’estrazione di un olio essenziale. Questo è il motivo per cui i costi sono così diversi. Se la quantità di pianta da usare è minore, minore sarà anche il costo finale dell'olio essenziale.


8) Gli oli essenziali non dovrebbero mai essere usati puri sulla pelle. Per questo motivo esistono i cosidetti “oli vettore” oppure creme base, cere e burri che servono per diluire l'olio essenziale e renderlo sicuro per la cute.


9) Gli oli essenziali devono essere usati con molta attenzione sui bambini e sulle donne in gravidanza o in allattamento. Non sono vietati (o perlomeno non tutti) ma è meglio rivolgersi al proprio pediatra o ginecologo.


10) Per verificare la tua sensibilità verso gli oli essenziali è necessario effettuare un test di tolleranza: basta versare una goccia dell'olio nella parte interna del braccio, all’altezza del gomito, e spalmare fino a completo assorbimento. Se dopo 12 ore non hai prurito, rossore o irritazione puoi usare l'olio essenziale.


11) Oltre a un test di intolleranza cutanea esiste un test per valutare la purezza dell'olio essenziale (a tale riguardo ti invito a leggere il mio articolo “Scopri la purezza dei tuoi oli essenziali con un piccolo test!


12) Gli oli essenziali hanno una durata considerevole (dai 2 ai 5 anni). Per mantenerne le qualità è buona abitudine non tenere troppo tempo aperto il botticino dell'olio essenziale per evitare che entri l'aria. Inoltre è meglio tenerli lontani dalla luce del sole e da fonti di calore. La loro durata abbatte completamente il loro costo perché rimangono perfetti per lungo tempo e la quantità che si usa ogni volta è di pochissime gocce.


13) Se sei allergica a qualche alimento sarai allergica anche al rispettivo olio essenziale. Ad es. se sei intollerante al rosmarino lo sarai anche al suo olio essenziale, per cui presta sempre attenzione alla tua sensibilità personale verso alimenti e sostanze che ingerisci.

 

di Borghi Federica