Oleolito di Mimosa: cos'e' e come prepararlo

Oleolito di Mimosa: cos'e' e come prepararlo

Per me, che amo tanto la Mimosa, questo periodo è davvero molto bello perchè finalmente posso fare uno dei miei “tesori naturali” preferiti: l’oleolito di Mimosa.

Oggi ti insegno come sfruttare quindi le Mimose che ti vengono regalate il giorno della "Festa della Donna" per creare un olio ricco dei suoi preziosi principi attivi, utilissimi per:

- trattare la pelle matura, ristrutturarla e rigenerarla in profondità
- calmare e lenire le pelli ipersensibili, irritate, delicate e fragili
- proteggere la pelle sciupata dalle aggressioni esterne
- donare idratazione e nutrimento alla pelle particolarmente secca
- regalare un effetto calmante e rilassante a mente e corpo
- combattere ansia, tensione nervosa e stress
 

Preparare l’oleolito di Mimosa è davvero molto semplice:

- versa in un piccolo contenitore di vetro i fiori di Mimosa in modo da riempirlo la metà

- poi versa abbastanza olio vegetale da ricoprire i fiori (dopo varie prove l’olio che prediligo è quello di Jojoba, resiste nel tempo, si assorbe velocemente e non copre il profumo del fiore)

- metti il contenitore in un luogo buio e fresco per circa un mese (lo so....ci vuole un po’ di pazienza ma ne vale la pena) avendo l’accortezza di scuoterlo vigorosamente una volta al giorno.   

- alla fine del periodo di macerazione filtra l’olio con una garza o un colino a maglia fitta (io a volte uso i collant che si sono smagliati), è necessario ripetere questa operazione finchè l’olio non è perfettamente limpido.

- ti consiglio di etichettare il contenitore con la data in cui lo fai (questo olio dura anche fino a un anno se perfettamente conservato in un luogo al riparo da sole, calore e umidità)
 
L’oleolito di Mimosa puo’ essere picchiettato intorno agli occhi, sul collo e sul decolletè la sera prima di andare a dormire per un effetto antirughe, puo’ essere spalmato sulla pelle irritata per un effetto calmante, puo’ essere versato nell’acqua del bagno (nella misura di uno o due cucchiai) per un effetto nutriente e idratante, puo’ essere respirato per un effetto rilassante sul sistema nervoso.
 
Io personalmente adoro usarlo come olio profumato, ne spalmo una goccia su entrambi i polsi e dietro ai lobi delle orecchie.

di Borghi Federica