Oli essenziali contro incubi e brutti sogni

Oli essenziali contro incubi e brutti sogni

Il mio incubo ricorrente di bambina l’ho rivissuto diversi anni fa leggendo un libro di Stephen King.
Premettendo che leggere un libro di Stephen King (lo scrittore horror per eccellenza, che io adoro) vuol dire veramente “andarsela a cercare”, in quel libro in particolare c’era la descrizione esatta, precisa e incredibilmente fedele del mio incubo ricorrente.

 

Se non avessi saputo che in realtà si tratta di una delle paure più diffuse presente nei sogni (poco d’oro) notturni avrei giurato che il signor King mi avesse non so come ipnotizzato e mi avesse costretto a dirgli (grazie forse anche all’aiuto del pagliaccio di “It”) quale era la mia paura più grande.

 

Ci sono io, sola soletta, in mezzo al bosco, ovviamente di notte, ovviamente con la luna piena la cui luce disegna ombre inquietanti sugli alberi e trasforma i rami in dita scheletriche che mi vogliono afferrare, gufi che cantano la loro canzone di morte e io, ovviamente corro, scappo da qualcosa che mi insegue, e più corro più mi sembra di rallentare, più corro e più sento quella presenza sinistra dietro di me.
Sento i suoi passi dentro le orecchie, sento il calore del suo respiro sul collo, mi sta per prendere, mi sta per fare del male......

 

(Ah dimenticavo! ......durante la corsa ovviamente inizia a piovere, e non una pioggerellina primaverile.....c’è di buono che tutta quell’acqua fa smettere i gufi di fare i loro versi cupi e sinistri.....e anche di “gufare” perchè ho sempre pensato che facessero il tifo per la figura sinistra che mi stava inseguendo!).

 
L’incubo quindi è più di un semplice sogno.
E’ qualcosa che sconvolgere profondamente, che causa paura, angoscia, ansia e terrore.
Tutte sensazioni che rimangono silenziose nella nostra mente per tutto il giorno successivo ma che poi ritornano prepotenti nel momento in cui vediamo il letto, nel momento in cui è arrivata l’ora di richiudere gli occhi.
 
E’ da molto tempo che ho superato la fase degli incubi ricorrenti (e speriamo di non essermela tirata e di non farne uno già da stanotte) ma nel caso mi succedesse saprei di poter contare su 2 oli essenziali veramente speciali: quello di Lavanda e quello di Mandarino.
 
L’olio essenziale di Lavanda agisce sul sistema nervoso, aiuta ad allontanare la tensione emotiva, rilassa la mente e il corpo, rallenta il battito, rallenta la respirazione e favorisce un sonno profondo e tranquillo.
 
L’olio essenziale di Mandarino agisce sulle paure, sui pensieri ricorrenti, regala ottimismo e serenità e predispone la mente ad avere pensieri positivi e “luminosi”.
 
La cosa straordinaria di questi 2 oli essenziali è che possono essere usati anche sui bambini, quando si svegliano spaventati e non vogliono riaddormentarsi o quando non vogliono andare a dormire perché hanno paura dei mostri dentro l’armadio o sotto al letto. 
 
Puoi usare gli oli essenziali in un apposito diffusore di oli essenziali (una sola goccia per entrambi da diffondere mezz’ora prima di andare a dormire) oppure più semplicemente puoi versarne una goccia di entrambi sotto al cuscino o ai piedi del letto.

di Borghi Federica