Olio essenziale di Bergamotto: il profilo completo

Olio essenziale di Bergamotto: il profilo completo

A livello aromatico l'olio essenziale di Bergamotto (Citrus bergamia) è il fiore all’occhiello italiano perché la varietà migliore proviene proprio dalla nostra Reggio Calabria.
E’ ottenuto dalla spremitura a freddo del frutto che ricorda molto un arancio in miniatura e da cui si differenzia non solo per le proprietà terapeutiche ma anche per il sapore e il profumo fresco, fruttato ma leggermente speziato.

L’olio essenziale di Bergamotto è un olio particolarmente rinfrescante  che viene usato per la cura della pelle, per risolvere problemi digestivi, disturbi del tratto urinario e scompensi emotivi.

A livello cosmetico: combatte acne, eczemi cutanei e pelle grassa. E’ molto utile per disintossicare e tonificare la cute di viso e corpo. Una goccia applicata pura cura l’herpes labiale ed elimina l’irritazione delle punture d’insetto.

A livello terapeutico: è molto utile in caso di cistite e problemi alla vescica. Aggiunto all’acqua del bagno blocca la diffusione di infezioni all’apparato genito-urinario, allevia perdite vaginali e mughetto. Il suo profumo inoltre aiuta nello stesso tempo ad allontanare lo stress emotivo causato dal disturbo.
L’olio essenziale di Bergamotto è ottimo per stimolare il sistema digestivo alleviando anche flatulenza e gonfiore addominale. Inoltre è molto importante per riequilibrare il centro di controllo dell’appetito del cervello, regolando il bisogno di mangiare a aiutando in situazioni delicate come l’anoressia nervosa. La sua azione non è pero’ quella di aumentare l’appetito ma quella di permettere al corpo di capire quando e quanto è bene mangiare.

A livello emotivo: è un olio particolarmente rilassante e riequilibrante. Allevia tensioni nervose, ansie, depressioni e instabilità emotive.  Puo’ essere associato a oli per la meditazione come quelli di Incenso o Sandalo per potenziare il rilassamento del sistema nervoso e per favorire una concentrazione profonda.

Controindicazioni: fotosensibilizzante, non esporsi al sole o alle lampade solari nelle successive 24 ore.

Scritto da Federica Borghi