Olio essenziale di Geranio: il profilo completo

Olio essenziale di Geranio: il profilo completo

I cesti appesi e i vasi di fiori che vediamo d’estate includono solitamente il geranio.

E non solo per i suoi bellissimi colori ma anche per la splendida fragranza che rilascia nell’aria.

L’olio essenziale di Geranio (Pelargonium graveolens) viene ricavato dalle cime e dai capolini tramite il processo di distillazione in corrente di vapore e solitamente le piante migliori da cui ricavare un olio essenziale di alta qualita’ provengono dal Sud Africa, in modo particolare dalla regione del Bourbon, e dalla Russia.

A livello mentale: ha un enorme potere calmante ed equilibrante sulle ghiandole surrenali che lo rendono un prezioso antidepressivo.
Inoltre allontana ansia e iperattivita’ mentale. Il suo meraviglioso effetto rilassante sul sistema nervoso riduce in modo significativo tensioni nervose e senso di paura in generale.

A livello cosmetico: e’ noto per essere un ottimo ringiovanente della pelle. Riduce in modo visibile le rughe e i segni dell’invecchiamento cutaneo.
Inoltre equilibra l’attivita’ delle ghiandole sebacee in modo da rendere meno lucida la pelle grassa e piu’ morbida a nutrita la pelle secca.
L’o.e. di Geranio favorisce la rigenerazione cellulare della cute per cui e’ di largo uso nel guarire i tessuti cicatriziali dopo interventi chirurgici, ferite, eczemi, acne, ulcere e ustioni.

A livello terapeutico: riesce a bilanciare l’iposecrezione degli estrogeni per cui e’ molto valido per contrastare i problemi della menopausa. Inoltre migliora il funzionamento dei reni agendo anche come diuretico.
Ha ottime proprieta’ antisettiche per contrastare le infezioni della gola e della bocca e allevia eventuali infiammazioni polmonari.

A livello spirituale: rappresenta l’equilibratura dell’individuo. Stimola la sensibilita’ sensuale del corpo tanto da essere considerato un afrodisiaco naturale. E’ inoltre molto usato nella meditazioni per la sua facilita’ di miscelazione con altri oli essenziali adatti alla mente come incenso e legno di sandalo.

Forse pochi lo sanno ma e’ un eccellente antizanzare, ancora di piu’ della citronella.

Controindicazioni: non usare nei primi 3 mesi di gravidanza.

Scritto da Borghi Federica